Tagliando antifrode su scheda elettorale: niente bufala - Il Blog di Massimiliano Collu - Il Blog di Massimiliano Collu

Il Blog di
Massimiliano Collu

Vai ai contenuti

Tagliando antifrode su scheda elettorale: niente bufala

Il Blog di Massimiliano Collu
Pubblicato da in Politica ·
Tags: politicaelezioni2018bollinielettorali
Tagliando antifrode su scheda elettorale: niente bufala, come funziona il voto del 4 marzo.Escamotage per evitare l'introduzione di schede già votate dall'esterno del seggio. Le novità di domenica per le elezioni politiche 2018.Sono in tanti a chiedersi se il tagliando antifrode su scheda elettorale sia una bufala o meno. La novità  di scena per le elezioni politiche di questa domenica 4 marzo è oggetto di nuove catene social su Facebook ma anche via WhatsApp e visto il gran proliferare su questi canali, negli ultimi tempi, di fake news, normale ci si interroghi sulla veridicità anche del nuovo messaggio. Meglio precisare dunque che per una volta, ci troviamo di fronte ad una comunicazione più che reale.

L’escamotage ha radici antiche già nell’articolo 58 della legge 361 del 1957 ma ritorna in auge col nuovo sistema elettorale Rosatellum pronto a debuttare proprio con le elezioni politiche del 4 marzo ed ecco spiegato di seguito in cosa consiste: ogni scheda elettorale avrà proprio un tagliando antifrode che dunque non è una bufala ma avrà il compito di evitare che siano introdotte nei seggi appunto schede dall’esterno, utilizzate per perpetuare il cosiddetto voto di scambio. Il codice, di tipo alfanumerico, è univoco e contrassegna appunto ogni documento utile per il voto.Con l’introduzione del tagliando antifrode, come funzionerà dunque il voto del 4 marzo? Ad ogni cittadino verrà consegnata la sua scheda elettorale ma prima di entrare in cabina, il relativo codice specifico verrà appuntato sul registro dai componenti  del seggio. Una volta espressa la propria preferenza, la scheda andrà richiusa e consegnata al presidente  che dovrà prima di tutto verificarne (appunto) la non apertura (in caso contrario l’elettore sarà invitato a tornare indietro per eseguire l’operazione. Solo dopo, sempre il presidente del seggio, staccherà il tagliando della scheda per confrontarlo con quello scritto in precedenza. In ultima battuta sarà poi il rappresentate a provvedere all’inserimento della scheda nell’urna.




Created with WebSite X5
©2007 Tutti i diritti riservati by www.massimilianocollu.it
©2007 Project design & creation by Massy 68 web design.
WOP!WEB Plugin per siti web... GRATIS!
Torna ai contenuti